A dir il vero, non lo so proprio cosa dovremmo passare ai nostri figli: è tutto così relativo, soggettivo. Penso al rispetto di regole, a metodi a opinioni, valori e poi,

penso che dovrebbero solo divertirsi … tutto qua!

È così veloce il tempo, così ininfluente quello che fai, quello che dici e poi,

tutto passa ed è forse per questo che istintivamente condivido in pieno la scelta di raccontare le storie dei nostri padri.

Storie comuni di una memoria comune, quella di mia madre, quella della tua, fatiche fatte, ore sudate, battaglie perse…

“è così veloce il tempo, così ininfluente quello che fai, quello che dici”

che resti almeno una storia, una storia da raccontare intorno al fuoco magari insieme alla tua famiglia.

Anch’io vorrei diventare una storia , … C’era una volta un ragazzo che era andato a vivere nei boschi e la sera, dopo aver accudito tutti gli animali che aveva, accendeva un grande fuoco dove si racconta che….

Il passato è passato, è vero, ma raccontare una storia è onorare la vita di altri, epoche passate. Ascoltare, per non credere che tutto sia dovuto o scontato, arriviamo da lì, dalla storia di qualcun altro, da fatiche mostruose. Ma i miei figli & c. si annoiano, non capiscono, lontani mille miglia da quel fuoco anche se a soli 20 metri

mah!…. forse dovrebbero solo divertirsi…. Tutto qua!

Io ringrazio di cuore I Viandants per il loro impegno, per il tempo che ci mettono a studiare, provare, per le idee, grazie Guido & c., onorato che tu abbia scelto la mia casa. A presto Toni Zaro.

Privacy Policy