Tante sarebbero le cose che questa volta meriterebbero attenzione.
Intanto, finalmente, una bella giornata con una temperatura notturna discreta. Il fuoco all’aperto dopo settimane, un bel fuoco, schioppettante dritto verso il cielo e tanti amici, credo fossimo una sessantina.
Poi, dovrei far accenno ad Art in Farc, ieri visitata da molti, che quest’anno piace particolarmente, piace a tutti : grande Luca che ha organizzato tutto e bravi gli artisti.
Dovrei far accenno all’ apertura della serata con i miei saluti a Gabriele che ci lascia dopo 7/8 anni di lavoro qui con noi. Ho scelto di farli in pubblico perché volevo rendergli omaggio. Davanti al fuoco, davanti a tutti, con un regalo in ricordo di quello che è stato e ora avanti, entrambi cambiamo pagina, così si fa con onestà nei gesti fino all’ultimo minuto.
Poi, le mie paturnie sull’organizzazione del lavoro nell’agriturismo Zaro che mi rovinano l’umore ma questo interessa a pochi..

La storia………. le storie sui lupi che bello lasciarsi trasportare dalla magistrale bravura di Michele un grande, dall’ accompagnamento musicale di Lucia, Ornella, è simpatia fatta persona le basta dire “a “ per far sorridere, per far partecipare e che dire della famosissima Serena ?
Beh, intanto che era anche bellissima e poi che è toccata a lei la lettura di una storia meravigliosa interpretata in modo splendido.
Mi ha rapito completamente tutti i pensieri e paturnie se ne sono andati e ho seguito il suo racconto. Io la danza non l’ho mai capita eppure ho tre figlie e una anche la insegna.
L’altra sera sono riuscito a darle un senso:
La danza della vita, la danza che ognuno di noi è chiamato a fare, una danza che ti tiene in vita sotto gli occhi di uno splendido lupo pronto a saltarti addosso appena cali la tensione. Che storia, ho ancora nella mente la visione di questa pecora su strati di foglie secche che compie la sua danza interpretando al meglio ogni attimo, ogni gesto continuando a incantare il lupo . Lei e lui, non c’è niente altro nella vita se non la tua interpretazione, la tua danza e il lupo.” Non me ne vogliano per poca riservatezza ma voglio dedicare questa storia a Martina e Simone ……. fate la vostra danza, interpretatela al meglio, troverete la strada, la motivazione e la forza nella danza stessa. Penso che guardarvi danzare è e sarà cosa meravigliosa per sempre per tutti noi.”

Domenica 07/08 I VIANDANTS in : “torno non torno”

oh, io continuo a invitarvi tutti, legna e tisana di tiglio non mancano Buona settimana Toni Zaro.

Privacy Policy