Tre donne, Anna, Nadia e Gladis.
Che strano anno, il buio non arriva mai.
E’ mancato il fuoco !
Appena acceso ,appena cominciata la storia uno scroscio d’acqua ci ha costretto a rientrare.
Anna la conosco da un pò di tempo e come faccio a parlar del suo spettacolo senza cogliere la sua vita dietro e dentro i suoi racconti ? è una donna vera, una che sfida la vita guardandola dritta in faccia, una che ai problemi ci mette un carico sopra se no,son capaci tutti.Quando recita, quando è di scena la storia divente sua , è la sua, la anima, la vive e questo traspare fino ad emozionare chi la ascolta.I dialoghi con sua figlia Gladis che sottolineano la difficoltà ad esser d’esempio quando d’esempi non ne abbiamo avuti noi, quando la vita è così dura che non capiamo ma dobbiamo farla passare a chi vien dopo e lei, lo fa con strepitosa ironia……….ridendo. Nadia, l’incredibile e sorprendente Nadia. Prima prepara i tavoli poi vi accoglie poi vi serve poi vi fa i conti e adesso con naturalezza racconta anche le storie e sempre tutto col sorriso sulle labbra…….dobbiamo molto alla cara Nadia. Gladis 9 anni, una vocina dolce dolce che sembra aver sempre addosso il tutù, furba tre volte più di te con la capacità di stare sulla scena e di spiazzarti quando vuole con le sue lucide uscite, eeeh, buon sangue non mente.
Ancora lei Anna domenica 31/7 ( poi se ne ritorna in Belgio ) in :
“straniera” medea rimasticata di Oscar.
Probabilmente all’interno Mandi Toni

ART IN FARC
Sabato pomeriggio inauguriamo la seconda edizione ( gestita dal mio caro cugino Luca ) di “Art in Farc “Dieci artisti espongono, per tutta l’estate, le loro installazioni lungo il percorso che si snoda nel bosco, qui all’agriturismo.Venite a fare un giretto che è una cosa simpatica da vedere .

Privacy Policy